Riforma delle Patenti, finalmente!

Venerdì scorso il Ministro dei Trasporti, Israel Katz, ha annunciato una riforma del ministero che porterà ad una semplificazione burocratica ed ad un miglior servizio per i cittadini.


La riforma ha lo scopo di ridurre il carico di lavoro degli uffici delegando una parte delle partiche agli uffici postali, moltiplicando gli Rish-O’Mat (le postazioni self-service) ed estendendo la validità delle patenti fino al compimento dei 70 anni, limitando il rinnovo decennale al semplice pagamento di una tassa. Superati i 70 anni il rinnovo è di 5 anni ed oltre gli 80 il rinnovo è biennale.

Questa sola ultima riforma ridurrà drasticamente il carico di lavoro del ministero e dei servizi di visita medica.

L’aumento delle postazioni self service, presso le quali è possibile rinnovare il libretto dell’auto, pagare il rinnovo della patente e verificarne i punti e consultare lo storico dei veicoli è sicuramente il benvenuto ma non contribuirà particolarmente alla riduzione del carico di lavoro, così come non lo sarà l’abilitazione degli uffici postali a disbrigo di alcune pratiche che richiedono il pagamento.

La vera rivoluzione particolarmente interessante per gli olim è la possibilità di convertire le patenti stranieri senza dover sostenere un esame e, soprattutto, senza dover rinunciare alla patente originale come invece accade oggi secondo la convenzione con l’Italia.

Non è chiaro, poiché non siamo riusciti a trovare il testo della riforma, se la conversione abbia limiti temporali, ma non sembrerebbe ragionevole. L’unica condizione citata nel annuncio stampa è quello che la patente straniera deve essere stata emessa almeno 5 anni prima ed essere in corso di validità.

Altri aspetti della riforma sono meno eclatanti ma comunque importanti da conoscere:

Il pubblico verrà ricevuto solo su appuntamento. Sin da oggi è richiesto per gli uffici di Gerusalemme, Be’er Sheva, Haifa ed Ashkelon mentre negli altri uffici diverrà obbligatorio progressivamente.

Gli uffici di Gerusalemme verranno trasferiti in un nuovo complesso e verranno istituiti un totale di 12 uffici regionali per l’emissione delle patenti quando verranno inaugurati a Gerusalemme (centro), Beit Shemesh, Ashdod, Netanya andando ad aggiungersi a quelli di Gerusalemme (regionale), Ramat Gan, Rehovot o Rishon Lezion, Haifa, Karmiel e Kiryat Shmona. L’ufficio di Holon, croce e delizia dei residenti di Tel Aviv, verrà riaperto al termine della ristrutturazione tra un mese.

In tutti questi uffici verranno anche modificati gli orari di apertura allungando gli orari di servizio al pubblico.

Aggiornamento: abbiamo inviato una mail al ministero chiedendo chiarimenti riguardo i limiti temporali per poter convertire la patente ed attendiamo risposta. Nel frattempo qualche articolo giornalistica afferma che il limite dei 3 anni dalla data di aliyah rimanga in vigore. C’è da vedere se verrà offerta una finestra temporale a beneficio degli olim che abbiano fatto aliyah da oltre 3 anni. Vi manterremo informati.

Notizie simili:

Please follow and like us:
Seguiteci e fateci sapere che vi piaciamo:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.italkim.org/2017/07/24/riforma-delle-patenti-finalmente/

One comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.